News

Storie, incontri, presentazioni, nuovi prodotti dalle carceri: allo showroom del Consorzio Vialedeimille ogni giorno succede qualcosa di nuovo.

L’informazione giudiziaria in Italia

maggio 24, 2017 - carcere, convegni, eventi, Libri - , , , , ,
Presentazione del Libro bianco sui rapporti tra mezzi di comunicazione e processo penale

a cura dell’Osservatorio sull’informazione giudiziaria dell’Unione Camere Penali Italiane

Giovedì 25 maggio – ore 18

Titoli colpevolisti, molto spazio alle indagini e poco al processo, scarsa attenzione alle tesi della difesa: è quanto emerge sull’informazione giudiziaria in Italia dalla meticolosa ricerca fatta dagli avvocati dell’Unione delle Camere penali che hanno catalogato e analizzato oltre settemila articoli di cronaca apparsi per sei mesi su testate nazionali e locali.

Ne discuteranno il 25 maggio alle 18, nel corso di un incontro organizzato da Consorzio Vialedeimille e dalla Camera Penale di Milano, l’avvocatessa Tiziana Bellani (Osservatorio sull’informazione giudiziaria dell’Unione camere penali) e i giornalisti Giovanna Cracco (Paginauno) e Giuseppe Guastella (Corriere della Sera).

I dati raccolti nel libro bianco fanno luce sulle possibili distorsioni dell’informazione giudiziaria. Si scopre ad esempio che otto pezzi su dieci non presentano alcuno spazio per le argomentazioni della difesa. Nel 41% dei casi, scrivono gli avvocati che hanno condotto lo studio, la fonte delle notizie è riconducibile al pubblico ministero o alla polizia giudiziaria. Una limitata attenzione agli elementi della difesa e uno sbilanciamento verso l’accusa, quindi, che viola il principio di non colpevolezza e fa un danno non solo all’imputato ma alla correttezza dell’informazione.

L’INFORMAZIONE GIUDIZIARIA IN ITALIA (PACINI GIURIDICA)

Il libro raccoglie in modo organico dati e commenti riferibili alla prima ricerca statistica mai realizzata, in questi termini, sull’informazione giudiziaria italiana. Gli avvocati dell’Osservatorio sull’informazione giudiziaria dell’Unione delle Camere Penali Italiane, coordinati dall’Università di Bologna, hanno raccolto e analizzato, per sei mesi (dal giugno al dicembre 2015), i dati ricavati dagli articoli di cronaca e politica giudiziaria dei più importanti quotidiani italiani (circa 27, tra quotidiani a edizione nazionale e locale) in base a parametri qualitativi preventivamente individuati. Il libro contiene dati e contributi su un settore dell’informazione oggetto spesso di polemiche politiche e di interesse, a volte morboso, dei cittadini, utili a far comprendere l’impostazione culturale del giornalismo italiano rispetto all’esercizio del potere giudiziario, i riflessi sulla percezione nazionale e internazionale della giustizia penale e i collegamenti con l’assetto culturale, sociale ed economico del nostro paese.

0 Comments
Vuoi dirci cosa ne pensi?

Leave a Reply